Si specchia nell’azzurro del mare con la sua sagoma sinuosa e morbida e quell’aspetto quasi altero come di chi è ben consapevole del suo valore. E come non dire che sia uno dei luoghi più belli e suggestivi della nostra Città? Punto panoramico “mozzafiato” e culla di storia, tradizione, folclore, cultura. Un patrimonio inestimabile che va preservato e curato con interventi mirati a farlo vivere in tutta la sua bellezza. L’ antico borgo custodisce, tra le case, le viuzze, i palazzi e il meraviglioso Castello, la nostra identità culturale che noi vogliamo raccontare rendendolo vivo, dinamico, aperto ad accogliere cittadini e turisti. Attraverso la sinergia con operatori economici ed associazioni, la partecipazione attiva delle scuole e di tutti i cittadini, vogliamo condividere strategie e politiche di promozione di questo luogo e del suo fascino antico. Pensiamo ad alcuni interventi fondamentali come facilitarne l’accessibilità con la realizzazione di tappeti mobili: uno che parta dal corso Garibaldi e l’altro dal porto (Piazza delle Mercanzie)

Ci impegniamo, prima di ogni cosa, a curarne costantemente il decoro urbano: dal borgo in fiore al borgo in arte, con il restauro di portali e palazzi. Immaginiamo un concorso di idee per abbellire ogni angolo del borgo con composizioni floreali o con opere d’arte che possano testimoniarne la storia, dalle vicende più note (come lo sbarco dei Saraceni) a quelle più intime e sommesse che la memoria può riportare alla luce, come la struggente leggenda d’amore della Regina Verde. Si dice che “la cultura elevi lo spirito” e, allora, crediamo che non ci sia luogo più idoneo per realizzare un Polo Culturale, centro di propulsione di iniziative diverse che riconoscano il giusto valore a questa, magica ed incantevole, area della nostra Città. Investire sulla cultura significa promuovere lo sviluppo economico e sociale del territorio e il nostro borgo deve diventare luogo di cultura per eccellenza. E’, dunque, per noi prioritario: valorizzarne la fruizione culturale attraverso la realizzazione di eventi come il borgo in fiore, mostre, spettacoli sulla storia e l’identità locale, percorsi itineranti tra storia e tradizioni, performance teatrali, concorsi artistico-letterari che possano far conoscere il nostro borgo in una dimensione nazionale ed internazionale promuovere l’apertura di botteghe-vetrine in cui scoprire le nostre ricchezze, dall’artigianato all’enogastronomia organizzare “passeggiate nell’antico borgo” per i turisti di ogni nazionalità che, accompagnati da una guida attenta e carismatica, possano vivere un’esperienza di ospitalità unica tra racconti, colori, musica e meravigliosi panorami. Il nostro obiettivo è far vivere l’intero borgo con al centro il Castello angioino-aragonese, punto di arrivo o di partenza di diversi itinerari culturali per ampliare l’offerta turistica e promuovere uno sviluppo diffuso di tutta l’area. Iscriveremo il nostro borgo all’Associazione de “I Borghi più belli d’Italia” e ci impegneremo, con costanza e passione, a tutelarlo e valorizzarlo fino ad ottenere una certificazione di qualità che ci consentirà di entrare in un circuito virtuoso, nazionale ed internazionale, che vedrà il borgo medievale della Città di Agropoli protagonista, promotore di cultura.