Massimo La Porta

Politico

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”.
Seneca

Questo profilo politico nasce per la mia candidatura a Sindaco alle elezioni amministrative 2022 nella città di Agropoli.

E’ mia precisa volontà che esso rappresenti non soltanto lo strumento necessario per una campagna elettorale, bensì uno strumento per raccontare, con sincerità la mia pregressa esperienza amministrativa e presentare il nuovo progetto politico, attraverso un linguaggio semplice ed immediato, affinché i cittadini possano avere una visione chiara delle proposte di crescita e di sviluppo del nostro paese e fare una scelta consapevole.

L’esperienza da imprenditore

E’ proprio grazie all’esperienza imprenditoriale che ho l’opportunità di conoscere da vicino la Pubblica Amministrazione e il governo e la gestione della “res publica”.

In particolare, maturo nel tempo l’idea che chi fa politica in un ente locale, affinché il suo indirizzo possa essere realmente efficace ed efficiente, debba aver avuto esperienza diretta nei settori di specifico interesse.

Decido, così, di dare il mio contributo alla gestione della cosa pubblica mettendo al servizio della collettività la mia esperienza di imprenditore.

Nel corso di 35 anni di attività, ho potuto verificare che ogni persona è dotata di straordinarie potenzialità e che il lavoro di squadra favorisce la consapevolezza delle capacità e dei “talenti” personali necessari per affrontare il percorso prefissato. La paura di sbagliare è, di certo, una costante nella nostra vita nel momento in cui decidiamo di intraprendere una strada e in tutte le scelte che ne derivano. Ma ho sempre pensato che fosse sbagliato lasciarsi fermare dalla paura e non camminare verso nuovi progetti ed esperienze.

Ho così maturato la capacità di prendere l’iniziativa, nella consapevolezza che qualsiasi idea potesse diventare un’opportunità. Naturalmente, non ho mai pensato di vivere nuove esperienze senza l’aiuto di validi collaboratori, ossia di una squadra di persone con competenze diverse e qualificate, necessarie allo sviluppo di qualsiasi progetto e al raggiungimento di obiettivi comuni.

L’esperienza di politica attiva

Inizio la mia storia politica con la Margherita perché ne condivido il progetto politico di riforma poggiato su valori democratici e cristiani.

Dal 2004 al 2007 vivo l’esperienza di segretario del partito nella città di Agropoli.

Nel 2007, vengo eletto come consigliere comunale. Nel 2009 scelgo di lasciare il Partito Democratico ed assumere una posizione civica che ritengo più vicina ai cittadini e ai loro bisogni e, soprattutto, scevra dai “limiti ideologici” delle diverse correnti presenti all’interno del medesimo partito.

Nel 2012, ottengo un importante consenso nelle elezioni amministrative del Comune di Agropoli e assumo la carica di Assessore alle Politiche di Sviluppo Sostenibile con deleghe a porto e demanio, insediamenti produttivi, servizi ambientali, protezione civile.

Nel 2017, insieme ad altri 15 amici compongo una lista civica denominata Agropoli Oltre, otteniamo come lista 1510 voti che ci consentono di eleggere due consiglieri comunali ed ottenere due cariche istituzionali, una di Assessore e l’altra di Presidente del Consiglio Comunale: assumendo io quest’ultima, completo il mio percorso politico avendo svolto tutti i ruoli della prima istituzione pubblica dello Stato.

Dopo ben 18 anni, resto coerente con la mia scelta poiché mi consente un confronto diretto e continuo con i cittadini per la costruzione condivisa del bene comune.

Oggi, guardando con sincerità alla mia esperienza di politica attiva ne riconosco i punti di forza da sviluppare e valorizzare, ma anche le criticità su cui lavorare con maggiore attenzione ed impegno. Sento ancora vive dentro di me quelle motivazioni che mi hanno spinto a provare un modo attivo di essere cittadino assumendomi la responsabilità di ogni scelta ed azione compiuta. Dare continuità al lavoro iniziato è per me un imperativo morale che nasce dalla considerazione che l’esperienza maturata debba essere umilmente messa al servizio della comunità a cui appartengo.

Il progetto futuro:

Mettere la propria esperienza al servizio della comunità significa essere aperti al confronto su quanto realizzato per evitare l’autoreferenzialità e promuovere la graduale costruzione di una cultura della condivisione delle scelte e delle azioni future.

L’esperienza vissuta si arricchisce, oggi, del contributo intellettuale e professionale dei nuovi candidati, portatori di idee innovative che devono essere trasformate, attraverso un lavoro di squadra, in azioni concrete, fattibili e necessarie da porre in essere. Così “l’esperienza” impara a guardare le cose da punti di vista diversi, da altre prospettive, e si orienta consapevolmente verso i cambiamenti fondamentali per il bene comune.

Il progetto futuro deve rappresentare la sintesi esemplare tra il vecchio e il nuovo, tra l’esperienza vissuta e quella in divenire che sono accomunate dalla volontà forte di assumere un impegno civile serio e responsabile.

Per questi motivi decido, insieme alle persone a me care, di iniziare un nuovo progetto politico con una candidatura a Sindaco della mia città!

Abbiamo pensato a 5 azioni politiche fondamentali per la costruzione di un programma che dovrà essere condiviso con la futura coalizione e che sottoponiamo ai cittadini:

il nostro progetto deve essere costruito a più mani, ma usando strumenti comuni di analisi e di pianificazione, perché il successo dipende dalla nostra capacità di avere una visione comune.

Presentazione temi del programma

CUSTODIRE

VALORIZZARE

CONOSCERE

FREQUENTARE

VIVERE

Massimo La Porta

Candidato Sindaco elezioni amministrative 2022

Città di Agropoli

massimolaportasindaco