Passare dal modello di “una città che fa turismo balneare” al modello ricco

e dinamico di “una città che fa turismo Integrato dodici mesi l’anno”.

I tempi del turismo tutto mare, spiaggia e sole sembrano essere proprio finiti.

I turisti, infatti, sono alla ricerca delle attività e delle esperienze più varie.

Il turismo è essenziale per la realizzazione dei grandi obiettivi del nostro programma amministrativo della città di Agropoli, vale a dire la promozione dell’interesse del cittadino, la crescita e l’occupazione, lo sviluppo, la gestione del patrimonio culturale e naturale, il rafforzamento dell’identità della nostra comunità.

Un turismo di qualità può contribuire allo sviluppo sostenibile dell’intero territorio, migliorando la competitività delle imprese, rispondendo alle aspirazioni sociali e preservando l’ambiente culturale e naturale.

I diversi obiettivi a livello di destinazione turistica richiede un approccio globale incentrato sulla soddisfazione del turista e basato sui principi dello sviluppo sostenibile,

Queste modalità dovranno farci adottare delle strategie comuni tra pubblico e privato, applicando norme di buona pratica e sviluppando continuamente strumenti di monitoraggio e di valutazione per adeguare l’approccio stesso in funzione dei suoi effetti economici, sociali e ambientali.

Oggi, la nostra città si trova a dover far fronte a una concorrenza sempre maggiore, e fondamentale fare un piano di investimenti e di modernizzazione delle infrastrutture e alla necessità crescente di preservare le proprie ricchezze: il mare, Il Porto Turistico, le spiagge Trentova, San Francesco, Marina,Licina, Lido Azzurro,San Marco, Torre San Marco,  i fiumi Testene e Solofrone, l’area naturalistica di Trentova-Tresino, i nostri beni culturali Castello, Teatro, Fornace e altri,le nostre strutture sportive Guariglia calcio- atletica,   Palazzetti dello sport De Concilio -Pala Green i nostri prodotti di eccellenza  vino, fichi, olio e prodotti caseari.

I turisti, infatti, sono alla ricerca delle attività e delle esperienze più varie. E in questo campo, tante destinazioni dispongono di un ampio ventaglio di risorse per differenziare la propria offerta: attività combinate (divertimento, sport, patrimonio culturale e naturale, gastronomia ecc.).

Questa offerta ad Agropoli è possibile!!!

 

Realizzando una gestione integrata possiamo competere, fondando il tutto su questi tre fronti:

sviluppo economico, tutela dell’ambiente e identità della popolazione residente.

 

Essa offre, infatti, al turista e visitatore un’esperienza unica e originale, garanzia di soddisfazione e fedeltà, rispondendo al meglio alle legittime aspirazioni della popolazione a uno sviluppo locale sostenibile.

Allo stesso tempo, si garantisce la preoccupazione della popolazione di preservare la propria identità, il proprio ambiente e il proprio patrimonio naturale, storico e culturale di fronte ai rischi derivanti da un turismo mal gestito.

Questo processo comporta una politica di gestione integrata in partenariato, che deve coinvolgere, cioè, tutti i soggetti della destinazione che operano sia nell’ambito dell’offerta turistica di base, fonte di attrazione per il turista e visitatore, sia in quello dei servizi secondari, sostegno importante dell’esperienza globalmente vissuta.

Sei sono le condizioni che stimolano, sviluppano e mantengono viva la dinamica di partenariato dei diversi soggetti:

  • predisporre una direzione forte, ben strutturata, istituzionalizzata e dotata di strumenti d’azione (finanziari e umani), che goda di autonomia e di responsabilità e che benefici del sostegno del Comune, degli operatori del settore privato e della popolazione locale;
  • intraprendere, dalla fase di definizione del progetto a quella di monitoraggio della sua realizzazione, un processo di partenariato basato su una collaborazione stretta e coerente tra tutti i soggetti interessati, beneficiando, in tal modo, degli effetti delle sinergie, della demoltiplicazione delle azioni e delle economie di scala che ne derivano;
  • elaborare una visione comune dello sviluppo del turismo basata sulla concertazione tra gli operatori, la consultazione della popolazione locale e un sistema efficiente di circolazione interna dell’informazione;